ROTONDA DI VIA CERNUSCHI, IL TEMPO CI HA DATO RAGIONE.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il tempo ci ha dato ragione. Uno dei tratti distintivi di un politico avveduto è quello di analizzare i problemi in prospettiva e non guardare all’oggi, all’immediato. Ed è con tutta evidenza che possiamo dire oggi, noi l’abbiamo fatto.
Infatti Il Gruppo Merate 5 Stelle sull’annosa vicenda della rotonda di via Cernuschi, nel tempo ha sollevato numerose obiezioni ed altrettante proposte. Ed alla fine, seppure con grande soddisfazione, l’unico risultato ottenuto è stato il taglio della vegetazione sullo spartitraffico e sulla stessa rotonda.
Consapevoli che una migliore visuale comunque aiuta gli automobilisti e rallenta il progredire della lista di incidenti per cui la rotonda è diventata tristemente famosa. Ma altrettanto conosci che si tratta del cosiddetto “pannicello caldo” tanto è vero che qualche “botto” nonostante tutto ancora si è registrato.
Sin dall’inizio abbiamo presentato a questa Amministrazione la nostra soluzione. Ed era una soluzione “strutturale”. Ma per anni ci siamo sentiti rispondere che il costo era eccessivo ed insostenibile per le casse comunali. Oppure, come già nel 2014 l’assessore Procopio affermava, che i sinistri erano addebitabili alle disattenzioni degli automobilisti. Ma tralasciando le “fole” da bar dello sport, arriviamo all’oggi.
E oggi possiamo dire avevamo ragione noi. Infatti è notizia del 25 settembre scorso dell’approvazione all’unanimità, parte del Consiglio Comunale, della proposta di Prospettiva Comune del consigliere Panzeri. E di un contestuale studio di fattibilità.
Proposta che evidenzia quelle stesse problematiche e propone le medesime soluzioni che a suo tempo proponeva questo gruppo: un intervento strutturale per modificare la rotonda e rendere la viabilità migliore e più sicura. E possiamo assicurare cittadini e forze politiche che questa unità di intenti con Prospettiva Comune non scaturisce da nessun contratto di governo (locale) attuale o futuro. Insomma è solo il buon senso politico che prevale.
Solo su un punto ci permettiamo ancora di intervenire, e lo facciamo per evitare ulteriori e probabilmente inutili costi.
Uno studio di sostenibilità dovrebbe già essere stato fatto. E sebbene datato, dovrebbe essere del 2014, forse è sottolineiamo il forse, potrebbe ancora essere il caso di valutare se sia ancora valido e attuale.
Il tempo è galantuomo ed con grande soddisfazione che sebbene non presenti nel civico consesso alla fine le nostre proposti facciamo breccia nella politica meratese.

(Visited 11 times, 1 visits today)