RACCOLTA DIFFERENZIATA A MERATE

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Come Gruppo Merate 5 Stelle, dopo aver letto le dichiarazioni dell’Assessore all’ambiente, ci preme riproporre  il tema della raccolta dei rifiuti a Merate.  A seguito di una decisione  fallimentare della Giunta che a inizio anno ha scelto  il ritiro quindicinale anziché settimanale della parte differenziata (sacchi viola e carta) e dopo le numerose lamentele da parte dei cittadini che si sono trovati a dover accumulare in casa quantità di rifiuti davvero ingombranti, constatiamo che l’Assessore è tornato a parlare di rifiuti accorgendosi che la scelta politica adottata non ha tenuto conto delle esigenze dei meratesi mettendoli in difficoltà. Magra consolazione ma meglio tardi che mai.

Tuttavia ci è parso intuire che la decisione di tornare alla raccolta settimanale sia solo “ipotetica”. Ci auguriamo che l’Amministrazione faccia il possibile per trovare al più presto un accordo con Silea e che le prossime parole non siano solo un blando annuncio di un ritorno alla vecchia gestione del ritiro rifiuti, ma che diventino una certezza per la soluzione del problema strizzando l’occhio all’ambiente, alla salute e al portafogli del cittadino. E’ vero che i meratesi si dovranno nuovamente adeguare agli abbagli dell’amministrazione che non ha saputo organizzare il servizio in maniera lungimirante, ma, volendo vedere il lato positivo, almeno ritroveranno un po’ di spazio nelle proprie cucine, balconi, ripostigli.

Come avevamo già denunciato a febbraio, l’occhio critico non può sorvolare sull’aspetto economico di questa operazione. In prima fase la riduzione del servizio e l’incombenza di separare la carta dal resto del sacco viola lasciata al cittadino, aveva sviluppato, come ovvio, una riduzione dei costi, in questa fase con il ripristino degli stessi passaggi di un tempo (seppur rivisitati) rappresenterà di certo un aggravio per le casse comunali, come anticipato da Vivenzio che rassicura sulla presenza dei fondi necessari…

Abbiamo anche letto che a Palazzo Tettamanti si stanno muovendo anche sul fronte degli ambulanti. Come Gruppo Merate 5 Stelle siamo da sempre convinti che un Comune virtuoso e attento deve puntare all’aumento dei quantitativi di materiali raccolti in modo differenziato, auspichiamo che la Giunta meratese stia attivandosi per organizzare la raccolta selettiva   dei rifiuti   ‘Banco a banco’, come da noi suggerito. Tale modello già attuato da tempo in molte realtà italiane governate da Movimento 5 Stelle, permette differenziare non solo carta e organico come avviene oggi nel nostro mercato, ma anche imballaggi di plastica e legno che oggi vengono gestiti come rifiuto indifferenziato che vanno ad alimentare direttamente l’inceneritore di Valmadrera a discapito della qualità dell’aria, dell’ambiente e soprattutto della salute dei cittadini. Inoltre, per alzare ulteriormente gli obiettivi, successivamente il processo dello scarto potrebbe passare a “rifiuti zero”, ovvero far si che gli ambulanti non producano rifiuti (con la sola eccezione della frazione umida) eliminando il conferimento di imballaggi e confezioni inutili in favore del riutilizzo del package. 

Chissà se l’Assessore di riferimento farà tesoro di questi suggerimenti.

Gruppo Merate 5 Stelle

(Visited 15 times, 1 visits today)