Proviamo a fare chiarezza ?

Condividi
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    16
    Shares

Un pallido sole da incerta primavera finge di riscaldare la piazza. Rasserena la presenza cospicua al gazebo di tanti attivisti e simpatizzanti.

La notizia piomba improvvisa e deflagrante : “Fico alla Camera, Casellati al Senato”. Una gioia immensa, irrefrenabile si dipinge sui volti degli attivisti, dei simpatizzanti, che pure non si rendono ancora ben conto del reale peso politico della Presidenza della Camera. E in tanti commentano, soprattutto coloro che denigrano il M5S, ancorati all’ideologia che persiste tristemente nei loro pensieri.  E si lanciano in commenti ” Fatto un bell’inciucio con la Lega eh !” oppure “Governo di coalizione…complimenti per la coerenza ! ” e ancora ” Accordi da prima Repubblica !” ….commenti che arrivano da piddini, da forzisti, da…ignoti, ma anche da leghisti, entusiasti per la nuova coalizione che determina la rottura del polo di centrodestra, incensando il taumaturgo Salvini. Un elegante pensionato berlusconiano mi offre il caffè al bar dell’amico Ambrogio e mi racconta dell’abilità dello statista (il caimano pregiudicato ) nel gestire la strategia nel condurre la negoziazione che ha portato la pasdaran forzista Casellati alla Presidenza del Senato. Vi risparmio altre amenità….ma vorrei porre l’accento sulla drammatica strumentalizzazione che i media determinano attraverso le parole. ” Inciucio”, “Coalizione”, “Accordo”….che nulla hanno a che vedere con la strategia del M5s che il nostro Portavoce Luigi Di Maio sta svolgendo correttamente. Strategia che trova nelle sue stesse parole la perfetta identificazione : ” CONVERGENZA PROGRAMMATICA”.

Diversamente da ciò che è sempre avvenuto nei settant’anni della Repubblica , nei quali le parole “inciucio”, “coalizione” significavano spartizione di poltrone e di potere al fine di lucrare sulla pelle dei Cittadini, convergenza programmatica significa chiedere appoggio parlamentare ( voti ) ai deputati e senatori di tutte le formazioni parlamentari su proposte di legge specifiche. Che è cosa totalmente diversa. Utopia ? Vedremo. Ma è davvero triste assistere alla manipolazione continua da parte dei media, giornali e TV che non demordono nello stravolgere con le parole il reale significato dei concetti stessi. Non vedo l’ora che l’auspicabile governo pentastellato cancelli il finanziamento pubblico all’editoria, non possiamo continuare a farci prendere in giro da giornalai sul libro paga degli ignobili oligarchi neoliberisti. Gli amici napoletani hanno coniato il detto popolare “cornuti e mazziati” …..un plauso alla saggezza del popolo !

(Visited 90 times, 1 visits today)